La farmacia garantisce anonimato e sicurezza al 100%

9 fatti scientifici sull’amore

L’amore ci appare come un mistero, un enigma, una questione sottile, ma è anche un sentimento che può essere spiegato scientificamente. Cerchiamo di capirlo!

1. l’amore agisce sul corpo come una droga

È noto da tempo che le droghe, oltre a creare dipendenza, producono una sensazione di euforia, simile al galleggiamento nell’aria. Sorprendentemente, l’amore, secondo le ricerche degli scienziati, ha praticamente lo stesso effetto. Quando ci si innamora, il corpo inizia a produrre a ritmo frenetico sostanze chimiche come la noradrenalina, la dopamina, l’adrenalina e l’ossitocina. Gli effetti principali di tutte queste sostanze chimiche sono una sensazione di euforia. Ovviamente, è molto meglio essere dipendenti dalla propria metà che da sostanze illecite. Dopo tutto, l’amore è una droga senza effetti collaterali… praticamente.

2. l’amore e il cioccolato non esistono separatamente

Una sostanza chimica chiamata feniletilamina, difficile da pronunciare, è responsabile dell’espressione di emozioni come la simpatia e l’attrazione amorosa. In altre parole, maggiore è la quantità di questo “prodotto” in circolo, maggiore è la probabilità di avere un’infatuazione spontanea. Si è scoperto che la feniletilamina si trova in eccesso nel cioccolato e in tutti i tipi di dolci, per cui i golosi tendono a innamorarsi molto più spesso dei salutisti. Pensateci, forse avete un problema con la vostra vita sentimentale.

3. Le farfalle nello stomaco sono adrenalina

Spesso avete avuto l’impressione che il solo guardare una persona che amate vi faccia venire le proverbiali farfalle nello stomaco.  In realtà, questa sensazione non è una metafora inventata da incorreggibili romantici: a causa dello stress dovuto all’avvicinarsi all’oggetto dell’adorazione, il corpo inizia a produrre adrenalina. Sì, sì, lo stesso che si verifica quando si vola con il paracadute o si salta da un trampolino in una piscina. C’è una spiegazione per il “rimescolamento” dell’addome. È una sensazione incredibile, vero? Anche se la spiegazione sembra troppo banale.

4. Le pupille si dilatano quando si guarda l’oggetto d’amore

Gli scienziati hanno dimostrato che quando guardiamo una persona che ci piace, le nostre pupille si dilatano, come quando beviamo alcolici o proviamo… un forte dolore. Le dimensioni delle pupille possono essere fino a 4 volte quelle normali! Si scopre che questo sguardo cupo e languido è del tutto reale e crea dipendenza fisica all’altra persona.

5. Spesso i coniugi hanno lo stesso DNA

Gli opposti si attraggono? No, non lo fanno! Gli scienziati americani hanno dimostrato che le persone simili si attraggono, almeno secondo l’analisi del DNA. Se qualcuno cerca di dirvi che il fato o il destino ha aiutato le due persone a incontrarsi, non ascoltatelo! Gli esperti dicono: di norma, le coppie sono formate da persone con un DNA simile. E niente opposti!

6. L’amore è l’antidolorifico più efficace

Sorprendentemente, l’amore è considerato uno dei migliori antidolorifici al mondo. Le coppie che si coccolano costantemente registrano un aumento significativo dell’ossitocina nell’organismo, che aiuta il corpo ad alleviare il dolore e può talvolta alleviare completamente, ad esempio, un mal di testa. Tra l’altro, se il legame psicologico tra due amanti è davvero forte, il sentimento di luce può alleviare la sofferenza anche a distanza. 

7. L’amore è inebriante nel vero senso della parola

Gli scienziati britannici non sono lontani da quelli americani e hanno a loro volta trovato prove del fatto che l’innamoramento è simile all’intossicazione alcolica. Tutto questo grazie all’ossitocina, l’ormone dell’amore. È l’ormone che ci fa perdere l’orientamento, ci fa girare la testa e ci impedisce di vedere.

Il problema è che, proprio come l’alcol, l’ossitocina può non solo produrre sensazioni di euforia, ma anche provocare aggressività ingiustificata.

8. Esiste una malattia che impedisce l’amore romantico

Sappiamo bene che ci sono molti fattori che possono influenzare la nostra libido, impedendoci di provare il piacere di un rapporto sessuale. Ma sapevate che esiste una specie di malattia che ci impedisce di innamorarci?

Si tratta di una malattia chiamata ipopituitarismo, in cui l’organismo non è in grado di produrre un certo tipo di ormone che è responsabile dello stato d’animo dell’amore. Uno dei risultati drammatici di questa rara malattia può essere l’incapacità di provare l’intera gamma di sentimenti insiti nell’innamoramento. Purtroppo non esiste ancora una cura per la malattia del non romanticismo, ma esiste una serie di farmaci che possono normalizzare i livelli di ormoni nel corpo. 

9. L’amore ha molto in comune con il disturbo ossessivo-compulsivo

Nonostante il fascino dell’euforia romantica, l’amore può avere anche alcuni effetti collaterali. L’innamoramento aumenta i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, e diminuisce la serotonina, che contribuisce al senso di soddisfazione generale. Ecco perché spesso durante l’innamoramento la nostra euforia viene sostituita da uno stato di profonda depressione. La combinazione di questi due effetti collaterali può causare sintomi come il disturbo ossessivo-compulsivo, e i livelli di serotonina nel cervello possono diminuire fino al 40%, il che rappresenta un caso clinico.

0
    0
    Mio carrello
    Il tuo carrello è vuotoAggiungi prodotto